Lo rileva l’osservatorio permanente IR Top sul mercato AIM Italia: lo studio è disponibile sul portale aimnews.it

Milano, 15 luglio 2014
IR Top, leader in Italia nella consulenza specialistica sulle Investor Relations e la Comunicazione Finanziaria, attraverso il proprio Ufficio Studi, ha condotto un’analisi sulle modalità e i trend di adozione del Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. Lgs. 231/2001 tra le società quotate del mercato AIM Italia, evidenziando che il 43% si è adeguato al sistema normativo per incrementare la trasparenza e la correttezza nello svolgimento delle proprie attività.


Il Modello ex D. Lgs. 231/2001 ha l’obiettivo di prevenire la commissione dei reati che possono comportare la cosiddetta “responsabilità amministrativa delle società”[1]. In particolare l’adozione del Modello presuppone scelte organizzative e l’istituzione di processi e procedure che dimostrano la volontà concreta dell’azienda di impedire e prevenire specifiche forme di reato[2] da parte di suoi amministratori o dipendenti. L’Organismo di Vigilanza (OdV) è l’organo istituito per l’attivazione del Modello, per il suo puntuale adeguamento ai cambiamenti organizzativi e non della società, nonché per la sua osservanza, rilevando eventuali violazioni e formulando proposte per l’aggiornamento delle procedure.
Il 58% delle società AIM Italia con un Modello di Controllo in atto ha istituito un OdV che prevede al suo interno 3 componenti, il 25% invece ha nominato un organo monocratico. Il 71% delle società AIM Italia con un OdV composto da più di un membro ha al suo interno un componente del collegio sindacale.

Sul totale delle società allineate alla normativa, circa il 70% ha approvato contestualmente il codice etico al fine di adeguare la propria struttura e la condotta a principi etico-comportamentali nei rapporti con gli stakeholder, facilitando l’adozione dei requisiti previsti dal D. Lgs. 231/2001.

Il 6% delle società AIM Italia ha dichiarato l’intenzione di conformarsi al modello entro la fine del 2014.
Primi sui Motori è fra le ultime società del mercato AIM Italia ad aver adottato un Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo, allineandosi alle best practice delle società quotate italiane.

1 Il D.Lgs 231/01 istituisce la responsabilità amministrativa della Società / Ente per reati posti in essere da amministratori, dirigenti e/o dipendenti nell’interesse o a vantaggio della societ stessa /ente stesso.
2 I reati a cui fa riferimento la normativa sono in particolare: Reati nei rapporti con la PA (Concussione, Corruzione, Istigazione alla corruzione), nella gestione di monete ed altri valori “pubblici”, Reati societari (False Comunicazioni sociali, Falso in prospetto, Impedito controllo, Operazioni in pregiudizio dei creditori, Illecita influenza sull’assemblea, Aggiotaggio, Ostacolo all’esercizio delle funzioni delle autorità pubbliche di vigilanza), Reati aventi finalità di terrorismo o di eversione dell’ordine democratico e di finanziamento del terrorismo, Reati contro la personalità individuale, Reati diAbusi di mercato, Reati Transnazionali, Reati in materia di salute e sicurezza sul lavoro, Ricettazione, riciclaggio e impiego di denaro, beni o utilità di provenienza illecita, Reati Informatici.