L’attività di Investor Relations consiste nella “comunicazione efficace e tempestiva di informazioni favorevoli e sfavorevoli sull’impresa al mercato azionario e a particolari target, affinché gli investitori possano formulare valutazioni più corrette sui prezzi delle azioni” (NIRI-National Institute of Investor Relations, 1969). L’Investor Relations Manager è una professionalità relativamente nuova per il mercato italiano; sebbene tale funzione sia spesso ricoperta in azienda dal direttore finanziario, specie nelle imprese di piccola dimensione, cresce l’esigenza di professionalità con competenze specifiche, dedicate al nuovo ruolo. La cultura base dell’IR è strettamente di carattere economico-finanziario; tuttavia la sfera di competenze dell’Investor Relations Manager dovrebbe estendersi anche su ambiti di marketing, di comunicazione e di mercato. Compito dell’IRM è individuare e diffondere tutte quelle informazioni che potenzialmente influiscono sul processo decisionale di investimento. Il valore d’impresa, determinato da variabili quantitative e qualitative, è oggetto di continuo confronto tra analisti e IRM, due dei principali soggetti nella catena di valore dell’informativa finanziaria. L’IRM descrive la realtà aziendale ed il suo posizionamento strategico, individua i fattori critici di successo per la sostenibilità competitiva del modello di business nel medio-lungo termine ed aiuta gli investitori a formulare valutazioni più corrette sui prezzi delle azioni. L’analista esamina con spirito critico le informazioni relative al business aziendale, posiziona le aziende valutando il vantaggio competitivo relativo rispetto alla concorrenza, inserisce le informazioni disponibili in schemi di analisi correnti condivisi ed esprime una raccomandazione sul titolo (buy, sell). La gestione delle relazioni con gli intermediari della comunicazione finanziaria, in particolare con gli analisti, facilita la comprensione dei risultati e degli indirizzi strategici aziendali, riducendo il “gap” tra valore reale e valore percepito, con vantaggi in termini di riduzione della volatilità del titolo in Borsa. Una comunicazione efficace richiede un approccio più bilanciato e proteso verso il futuro: l’IRM deve individuare i value driver dell’impresa, ovvero i fattori alla base del vantaggio competitivo e del posizionamento dell’impresa all’interno del settore di riferimento, deve conoscere i progetti futuri, le opportunità di crescita e i rischi legati al business aziendale; e li deve comunicare.

Per esemplificare la pianificazione strategico-operativa dell’attività di Investor Relations si fa riferimento ad un caso pratico: Poligrafica San Faustino. Nella fase pre-IPO, l’IRM aiuta l’azienda nel percorso di definizione dell’equity story: analizza il posizionamento della società, evidenzia i fattori critici di successo ed aiuta l’impresa nell’elaborazione del business plan. Durante la quotazione, l’obiettivo dell’attività di Investor Relations è costruire la credibilità dell’impresa, identificandone il valore presente e potenziale. Insieme allo Sponsor, vengono definiti i contenuti del prospetto informativo, organizzati i road show con la comunità finanziaria e gli incontri one-to-one con analisti e gestori per ampliare il coverage di ricerca. Dopo la quotazione Sponsor e global coordinator gestiscono i contatti tra la società e il mercato attraverso la pubblicazione di almeno due analisi finanziarie all’anno, di brevi analisi in occasione dei principali eventi societari e attraverso l’organizzazione di almeno due incontri con la comunità finanziaria. In questa fase l’IRM assicura la continuità di una qualificata e professionale informativa societaria. Poligrafica San Faustino è quotata al Nuovo Mercato, segmento nato per finanziare le aziende, anche di limitata di dimensione, caratterizzate dall’innovazione e da elevati tassi di crescita. L’aspetto innovativo di Poligrafica San Faustino consiste nell’utilizzo di nuovi media per la comunicazione aziendale e nel passaggio da produttore di stampati a distributore di tecnologia. L’evoluzione tecnologica ha incrementato fortemente le potenzialità dell’attività di Investor Relations. Internet è un canale di comunicazione diretto, che facilita la gestione dell’attività di Investor Relations riducendone i costi e i tempi; il website, inoltre, rappresenta un’opportunità per creare un canale privilegiato che esprima il valore della società e del brand.

La rete costituisce:

– la voce diretta dell’azienda;

– la fonte primaria di informazioni per analisti ed investitori istituzionali;

– la risposta al fabbisogno informativo dell’investitore retail;

– un elemento cruciale nel “levelling the playing field”.

Poligrafica San Faustino è stata una delle prime società del Nuovo Mercato a sfruttare le potenzialità di Internet per la comunicazione realizzando nel ‘99, all’interno del proprio sito aziendale un’area IR che, oltre a diffondere i principali documenti richiesti dalla normativa vigente, fornisce informazioni sulla quotazione, rende disponibili i comunicati stampa, il link diretto con gli analisti che coprono il titolo, la lettera del Presidente agli azionisti e dà la possibilità di contattare l’IRM della società.

Per sfruttare appieno le potenzialità della rete nella gestione della comunicazione economico-finanziaria, è nata IR TOP, un infomediary focalizzato sull’attività di Investor Relations. Attraverso il modello innovativo online, “Going public”, IR TOP aiuta le imprese a costruire l’area IR “ideale” dove l’informazione è “eccellente”, completa e omogenea, concepita ed elaborata secondo i principi della best practice della comunicazione finanziaria. La nuova società, composta da professionisti di primissimo livello ed esponenti del mondo accademico, verificando l’esigenza delle aziende italiane di ridurre il gap tra valore effettivo e valore percepito delle azioni sul Mercato, offre una consulenza a 360° connotata dall’apporto di competenze diverse, relativamente ai settori del mercato azionario, della comunicazione finanziaria istituzionale, del marketing strategico e della capacità di analisi e di comprensione di Borsa dal punto di vista delle problematiche giuridiche e finanziarie. IR TOP si propone a tutte quelle società quotate, quotande e non, che vogliono sfruttare la comunicazione economico-finanziaria come leva strategica per la creazione di valore.

Anna Lambiase – Presidente IR Top