Nato dall’integrazione tra Borsa Italiana e il London Stock Exchange, AIM Italia è il nuovo mercato dedicato alle piccole e medie imprese italiane interamente gestito e organizzato da Borsa Italiana. AIM Italia si fonda infatti sul modello dell’AIM, il mercato del London Stock Exchange dedicato alle PMI con forti potenziali di crescita che, sin dagli esordi nel 1995, ha attirato oltre 2500 società di ogni settore e paese, nonché investitori specializzati in Small&Medium Caps.

AIM Italia si propone di offrire alle PMI una nuova opportunità di crescita internazionale: pensato e “costruito” attorno alle esigenze delle imprese e degli investitori, il processo di quotazione risulta semplice e flessibile.
l differenza della quotazione su un mercato regolamentato, non è richiesto il rispetto di requisiti minimi in termini di parametri economico – patrimoniali, né di flottante.  Inoltre, il tradizionale prospetto informativo viene sostituito con un più semplice Documento di Ammissione, a meno che l’offerta non sia rivolta al pubblico retail.

Per accompagnare le piccole e medie imprese che decidono di quotarsi sul nuovo mercato, è stata istituita la figura del Nominated Adviser (Nomad), che, sin dall’inizio del processo di quotazione, è responsabile nei confronti di Borsa Italiana dell’appropriatezza dell’emittente all’AIM Italia. Il Nomad svolge un ruolo di guida e di supporto nell’assolvimento degli obblighi informativi previsti dai Regolamenti AIM Italia. La nuova figura istituzionale è talmente cruciale che, qualora la società cessi di avere il Nomad, Borsa Italiana provvede a sospendere le negoziazioni dei suoi strumenti finanziari in attesa della nomina di un nuovo Nomad.

Leggi l’intervista a Barbara Lunghi, Responsabile Mid & Small Caps Italia, Primary Markets Borsa Italiana, Gruppo LSE.

Perchè AIM Italia La quotazione
Regolamenti IRtop per AIM Italia